Non più vittima della malasanità

LawAumenta sensibilmente il numero di persone che si rivolgono alla nostra Associazione per questioni attinenti la malasanità. Uno di questi, che emotivamente ha colpito maggiormente, è il caso di una donna incinta che a causa di alcuni farmaci prescrittigli dal proprio medico curante, controindicati per una gestante, manifestava una grave forma di intolleranza, e si sospetta che anche il nascituro possa aver subito delle sofferenze.

E’ fuor di dubbio che il medico è tenuto ad una adeguata conoscenza della natura e degli effetti dei farmaci, delle loro indicazioni, controindicazioni, interazioni e delle prevedibili reazioni individuali, nonché delle caratteristiche di impiego dei mezzi diagnostici e terapeutici che prescrive ed utilizza.

Il concetto di responsabilità presuppone quello di illecito, e siccome nel nostro caso dimostrare l’illecito potrebbe risultare un compito tutt’altro che arduo, è fuor di dubbio che il medico in questione potrebbe rispondere dei danni, sia temporanei che eventualmente permanenti, causati alla povera malcapitata.

a cura dell’avv. Luigi Sciacovelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...