Agcom: libertà di scelta del modem per i consumatori.

L’Agcom (agenzia garante delle comunicazioni) con la delibera 348/18/CONS ha ribadito il diritto dei consumatori di scegliere liberamente quale terminale preferire per l’accesso ad internet da postazione fissa. Inoltre, l’agenzia ha anche obbligato gli operatori a porre in atto azioni specifiche per permettere una scelta informata e consapevole da parte dell’utente finale.

Ora, gli operatori non potranno rifiutare di collegare apparecchiature terminali alla propria rete se l’apparecchiatura scelta in autonomia dall’utente soddisfa i requisiti di base previsti dalla normativa europea e nazionale; non si potranno applicare  oneri aggiuntivi o ritardi ingiustificati né discriminare la qualità dei servizi inclusi nell’offerta. Eventuali motivate restrizioni da parte degli operatori dovranno essere approvate dall’Autorità;

Inoltre, i contratti stipulati con gli operatori non potranno contenere condizioni in termini di prezzo, di volumi di dati, di velocità o altre pratiche commerciali che limitino il diritto degli utenti di usare un modem alternativo;

Infine, Qualora gli operatori offrano il terminale in abbinamento con servizi di connettività ne devono specificare chiaramente le condizioni di fornitura nonché garantire che si possa optare per un proprio terminale, fornendo tutte le specifiche necessarie al suo funzionamento. In particolare, nel caso vi sia una cessione a titolo oneroso, gli operatori dovranno indicare in modo chiaro eventuali costi di installazione, il numero e il valore delle rate di noleggio e le condizioni di riscatto della proprietà del terminale. Qualora invece, il terminale sia fornito a titolo gratuito, il consumatore dovrà poter conoscere le condizioni economiche e tecniche aggiuntive collegate a tale fornitura e ogni altra informazione utile a distinguere le condizioni contrattuali relative al servizio di accesso ad Internet rispetto all’uso del terminale e i servizi correlati. Inoltre, nel caso di recesso, la mancata restituzione di un’apparecchiatura terminale non utilizzata dall’utente, ancorché ceduta a titolo non oneroso, non dovrà generare oneri aggiuntivi.

L’eliminazione di qualsiasi tipo di vincolo nell’utilizzo dei modem consentirà risparmi ai consumatori, che potranno così acquistare gli apparecchi presenti sul mercato confrontando offerte e prezzi, potendo riutilizzarli anche in caso di cambio di gestore.

Fonte: http://www.helpconsumatori.it/new-media/tlc-agcom-consumatori-liberi-nella-scelta-del-modem/161383

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...