Tutti gli articoli di adocbologna

RIFIUTI: LE AACC CHIEDONO NUOVE TARIFFE E PIU’ TRASPARENZA

Entro il 30 aprile di quest’anno gli 8000 comuni italiani dovranno approvare i nuovi piani tariffari e relativi regolamenti della nuova tariffa dei rifiuti

Le associazioni dei consumatori ADOC, Movimento Difesa del Cittadino, Adusbef e Confconsumatori, sono molto preoccupate per la ventilata ipotesi di rinvio della nuova tariffa rifiuti stabilita da ARERA (Autorità di settore) in seguito ad una “scappatoia” inserita nella legge di Bilancio, che consente ai Comuni di continuare con il vecchio metodo tributario, rinviando a data indefinibile l’obiettivo di equità e di efficienza che son i presupposti del nuovo metodo Arera  basato sul principio di “chi più inquina più paga”

Fonte: Help Consumatori

TELEMARKETING: GARANTE PRIVACY MULTA TIM PER QUASI 28 MILIONI DI EURO

Il Garante della protezione dei dati personali, in seguito a molteplici segnalazioni da parte dei cittadini presenti nel registro delle opposizioni, ha irrogato a Tim una sanzione di 27.802.946 euro per i numerosi trattamenti illeciti nell’attività di telemarketing

Fonte: Help Consumatori

MODEM LIBERO

Il TAR ha sancito che gli utenti possono restituire i modem senza dover pagare le rate residue

Ora dunque gli utenti che hanno sottoscritto un contratto dov’è previsto anche il pagamento del modem, potranno decidere di chiedere il passaggio a un contratto senza modem incluso mentre gli operatori saranno tenuti a presentare una proposta di contratto che, appunto, non preveda il modem. A questo punto gli utenti potranno scegliere se accettarla o meno, esercitando, nel secondo caso, un diritto di recesso che gli consentirà di passare ad un altro operatore senza dover pagare nessuna penale

Fonte: Il Fatto Quotidiano

COMUNICATO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA

Si comunica che in seguito ad un accordo siglato tra il Ministero dello Sviluppo Economico ed Unioncamere, avvenuto a Dicembre 2019, partirà una nuova convenzione per il rafforzamento della vigilanza del mercato dei prodotti non alimentari.

Pertanto, nel corso del 2020 i funzionari del Ufficio Metrico e Ispettivo della Camera di Commercio di Bologna effettueranno ispezioni e prelievi di prodotti presso un campione di imprese (produttori, importatori, grossisti, dettaglianti), allo scopo di verificare il rispetto delle normative applicabili ai prodotti commercializzati.

Le categorie di prodotti sottoposte a controllo nel 2020 saranno , in tutto o in parte, le seguenti (quelli effettivamente applicabili potranno cambiare in funzione della data di immissione sul mercato dello specifico esemplare del prodotto controllato)

https://www.bo.camcom.gov.it/it/servizio-ispettivo/attivita-ispettiva

COSTI ALLE STELLE SU CONTI CORRENTI TRADIZIONALI ED ONLINE

Secondo SosTariffe.it, studi che hanno analizzato l’andamento dei costi dei conti   correnti, fanno emergere rincari medi del 29% per i conti online, e del 27% su quelli tradizionali.

Per quanto riguarda i canoni annui sulle le carte di debito nelle banche tradizionali si registra addirittura un +467%, e un +187% per quanto riguarda le banche online

Fonte: Help CONSUMATORI

Nuovo digitale terrestre: come verificare la compatibilità dei televisori

Come riporta “Help CONSUMATORI”, in questi giorni son stati resi disponibili due canali (100 e 200) per verificare la compatibilità con il nuovo digitale terrestre.

Una volta verificato che la risintonizzazione dei canali sia andata a buon fine, e alla digitazione col proprio telecomando uno dei due canali non dovesse apparire la scritta “Test HEVC Main10”, vorrà dire che il proprio dispositivo non è compatibile con i nuovi standard che dal 2022 saranno obbligatori, e quindi dovrà essere sostituito.

Il passaggio al nuovo digitale terrestre si svolgerà con tempi diversi nelle varie regioni:

  • a partire da settembre 2021 in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e le province di Trento e Bolzano;
  • a partire da gennaio 2022 in Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna e da aprile 2022 in Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise e Marche

Fonte: Help CONSUMATORI