Archivi categoria: Casa

Sospensione delle rate del mutuo per le famiglie in difficoltà

L’Abi, l’Associazione Bancaria Italiana, ha rinnovato l’accordo che permette alle famiglie in difficoltà economica di richiedere la sospensione del pagamento di finanziamenti e mutui fino a 12 mesi.

La moratoria prevede che entro il 31 luglio 2018 si possa fare richiesta di sospendere le rate del mutuo per un anno, nel caso in cui nei 2 anni precedenti la richiesta siano sopravvenute le seguenti condizioni: perdita del posto di lavoro a tempo determinato o indeterminato o dei rapporti lavorativi di cui all’art. 409 del cpc, morte, handicap grave o condizione di non autosufficienza, sospensione o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni anche in attesa dell’emanazione di provvedimenti di autorizzazione dei trattamenti di sostegno del reddito(solo in quest’ultimo caso, possono richiederla anche i mutuatari titolari dei mutui garantiti da ipoteche su immobili adibiti ad abitazione principale).

Annunci

Canone Rai, come dichiarare il non possesso della TV e non pagare il canone

canone dichiarazione sostitutiva

E’ stato finalmente rilasciato dall’Agenzia delle Entrate il modello di dichiarazione sostitutiva per attestare la non detenzione del televisore e non pagare il canone Rai. Un provvedimento che interessa circa 2-3 milioni di famiglie.

COSA POSSO DICHIARARE?

Il titolare di utenza per la fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale può presentare:

  • una dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio televisivo da parte di alcun componente della famiglia anagrafica in alcuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di utenza di fornitura di energia elettrica;
  • una dichiarazione sostitutiva di non detenzione, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica in alcuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di utenza di fornitura di energia elettrica, di un apparecchio televisivo ulteriore rispetto a quello per cui è stata presentata entro il 31 dicembre 2015 una denunzia di cessazione dell’abbonamento radio-televisivo per suggellamento;
  • una dichiarazione sostitutiva che il canone di abbonamento alla televisione per uso privato non deve essere addebitato in alcuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante in quanto il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica, di cui il dichiarante comunica il codice fiscale;
  • una dichiarazione sostitutiva per il venir meno dei presupposti di una dichiarazione sostitutiva precedentemente resa.

N.B. La dichiarazione sostitutiva può essere resa dall’erede in relazione all’utenza elettrica intestata transitoriamente ad un soggetto deceduto.

Continua a leggere Canone Rai, come dichiarare il non possesso della TV e non pagare il canone

Canone Rai: Domande e Risposte

canone-raiCanone Rai, domande e risposte sull’imposta TV

Dal 1° gennaio 2016 è in vigore la nuova normativa sul canone Rai, che ha modificato l’importo e le modalità di pagamento dell’imposta. In attesa di ulteriori chiarimenti, soprattutto per i casi particolari, l’Adoc pubblica un utile vademecum sulla nuova disciplina.

Cos’è il canone TV?

E’ un’imposta che si rinnova tacitamente e che il contribuente è obbligato a pagare, salvo disdetta dell’abbonamento. Lo deve pagare chiunque detenga “uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo” (art.1 R.D.L. del 21/02/1938 n. 246).

Continua a leggere Canone Rai: Domande e Risposte

Saldo Imu e Tasi, come calcolarlo

Il prossimo 16 dicembre è l’ultimo giorno utile per pagare il saldo sia dell’Imu che della Tasi dovute per il 2015.

shutterstock_81388666Come va effettuati il calcolo e quali sono le regole che devono seguire gli inquilini che devono pagare la quota della Tasi?

Ricordiamo che sia l’Imu e che la Tasi hanno la stessa base imponibile, quindi le regole per calcolare il saldo sono identiche.

In primo luogo occorre individuare la rendita catastale dell’immobile che si trova facendo una visura catastale o sull’atto di compravendita dell’immobile. La rendita deve essere poi rivalutata al 5%. Il valore ottenuto deve essere moltiplicato per degli specifici coefficienti previsti dalla legge che sono: Continua a leggere Saldo Imu e Tasi, come calcolarlo

Il Rent to Buy e altri modi per comprare casa

Si tratta di “uno strumento recente, ancora poco utilizzato in Italia che, soprattutto in un momento di crisi economica, può essere un’opportunità per chi desidera comprare casa ma non dispone subito della liquidità necessaria”, spiega il Notariato.

19227688“Con il rent to buy infatti l’acquisto avviene in un secondo tempo ma la disponibilità dell’immobile è immediata, a fronte del pagamento di un canone di cui una parte è da imputare all’utilizzo e un’altra al prezzo finale di vendita in caso di conferma da parte del conduttore-acquirente”: così Notariato e Consumatori nella Guida per il Cittadino “Il rent to buy e altri modi per comprare casa”, realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato in collaborazione con 12 tra le principali Associazioni dei Consumatori. Continua a leggere Il Rent to Buy e altri modi per comprare casa

Le Guide Salva Famiglie

salvafamiglieIl progetto Salva Famiglie nasce dalla constatazione che, il cittadino-consumatore italiano vive in una condizione di forte difficoltà economica e sociale, e che questa situazione viene raccolta e, talvolta, amplificata all’interno della famiglia come primo e principale nucleo aggregativo di comunità. Partendo da queste considerazioni l’Adoc e altre associazioni dei consumatori intendono fornire le informazioni e gli strumenti utili ad aumentare la conoscenza dei consumatori riguardo ai propri diritti e agli strumenti di tutela di cui dispongono.
Vengono quindi messe a disposizione delle preziose Guide pratiche sui seguenti argomenti:

ACQUISTI

CASA

PORTAFOGLIO